news

Flessibilità nelle Tlc. L´opinione di Luca Cecchi - AU di Connecting Project

flessibilità nelle tlc. l´opinione di luca cecchi - au di connecting project

Flessibilità nelle Tlc. L´opinione di Luca Cecchi - AU di Connecting Project

22 febbraio 2017

Il tema della flessibilità è, a mio avviso, il tema per eccellenza, non solo nell'ambito delle Tlc. Esso rappresenta un processo di modificazione molto forte nell'intero sistema socio-culturale. Il mercato richiede flessibilità nei servizi e nei prodotti, ma questo non è possibile se manca a monte una cultura della flessibilià e una mentalità aperta al comabiamento.

Questo vale per ogni mercato, e a maggior ragione per quello delle Tlc e della tecnologia. Nelle Tlc a servizi e preodotti flessibili deve corrispondere una rete flessibile e quindi un Know-how flessibile. Non va dimenticato che dietro le reti ci sono tecnici e ingegneri che devono avere un approccio flessibile alla progettazione e alla realizzazione delle reti stesse. Come flessibile deve essere la regolamentazione del settore: oggi alcuni paletti regolatori bloccano lo sviluppo del business proprio perché non permettono agli operatori di attuare una fessibilità strumentale e progettuale. 

Il cambiamento non solo è sostanziale, ma anche sempre più rapido, certamente più rapido dei cambiamenti cultuarli e strutturali che richiedono per loro natura tempi più lunghi. La velocità del cambiamento e la conseguente fatica culturale e sistemica a interpretarlo e governarlo, si rispecchia in un certo grado di confusione nella comunicazione dei servizi e dei prodotti offerti al grande pubblico. L'utente finale, che genericamente non possiede competenze tecniche specifiche per districarsi nel complesso e veloce mondo delle tecnologie, fa fatica a comprendere e selezionare le offerte flessibili e convergenti che un numero sempre maggiore di operatori offre loro sul mercato. 

Oggi più che mai è indispensabile accompagnare alla ricerca di flessibilità di prodotti e servizi, una spinta al cambimento culturale fatto di aumento delle competenze dell'utente medio finale, di flessibilità delle reti e di flessibilità normativa, di gestione chiara delle offerte immesse sul mercato.

 

Le altre news

LA COMMISSIONE INTERCONNESSIONE DEL MINISTERO DELLO SVILUPPO APRE IL TAVOLO TECNICO CHIESTO DA CONNECTING PROJECT PER LA MODIFICA ALLA ST 769.

UN POMERIGGIO DA OSCAR: LA FESTA FINALE DI YOUNGVIDEOMAKERS

SPORT E RESPONSABILITÀ SOCIALE: AL VIA IL “TENNIS PROJECT”

YOUNGVIDEOMAKERS. QUARTO GIORNO: INQUADRATURE E RIPRESE

YOUNGVIDEOMAKERS. TERZO GIORNO: LA RECITAZIONE

YOUNGVIDEOMAKERS. SECONDO GIORNO: STORYTELLING E STORYBOARD

YOUNGVIDEOMAKERS. PRIMO GIORNO: LA COMUNICAZIONE

CONNECTING PROJECT PER IL SOCIALE. AL VIA IL CORSO YOUNGVIDEOMAKERS

IL CONSENSO DEL CLIENTE PER LE MODIFICHE NON SERVE. CONTRATTI TLC.

ERICSSON-CISCO: SEMPRE PIÙ FORTE LA PARTNERSHIP SU MOBILE-WIFI

WI-FI: IL GOVERNO HA UN PIANO PER CONNETTERE L´ITALIA

L´ITALIA MIGLIORA SUL FRONTE DELL´OFFERTA DIGITALE

LA DATA ECONOMY È ARRIVATA, ED È QUI PER RESTARE

MERCATO DEL ICT ANCORA IN CRESCITA

CON IL NOSTRO OPERATORE INTERNET VOLA

RELAZIONE ANNUALE DELL´ANTITRUST: CONCORRENZA PER LE RETI IN FIBRA OTTICA

TELEMARKETING: A LONDRA BASTA UN SMS PER BLOCCARLO, E IN ITALIA?

TELECOM-METROWEB: ACCORDO RISERVATO, MA A TELECOM MANCA APPOGGIO POLITICO

L´ICT ITALIANO IN CRESCITA

SOCIAL MEDIA WEEK MILANO 2016: TECNOLOGIA INVISIBILE

IL MERCATO ICT MOSTRA UN SEGNO POSITIVO. L´ANALISI DI ASSINFORM 2015

BANDA ULTRALARGA: IL PIEMONTE PUNTA SULLE ZONE "A FALLIMENTO DI MERCATO"

BANDA ULTRALARGA: SITUAZIONE COMPLESSA TRA TELECOM ED ENEL E IL GOVERNO LA COMPLICA

FIBRA OTTICA: AL VIA IL PIANO ENEL PER LA BANDA ULTRALARGA

L´AGCOM BLOCCA L´AUMENTO TARIFFARIO SUL FISSO PREVISTO DA TIM

TELECOM ITALIA, ENEL E FIBRA OTTICA PUBBLICA: LO STATO STA INTERVENENDO TROPPO?

IMPORTANTE. ENTRATO IN VIGORE IL DECRETO FIBRA OTTICA: TUTTE LE NOVITÀ

BANDA ULTRALARGA IN ITALIA: POTREMMO ESSERE I PRIMI IN EUROPA

RAPPORTO SIRMI: LE TLC MOBILI TRAINANO TUTTO IL SETTORE ICT.

PIANO SVILUPPO E COESIONE 2014-2020: A BREVE ACCORDO CON LE REGIONI

WIND-3 ITALIA. LA FUSIONE AL VAGLIO ANTITRUST UE

connecting project

Partita IVA IT02860450549